Mimesis

Silenzio..
La ricerca di uno spazio
sospeso sul tempo.
Bolla.

Bianco il percorso che ci conduce alla porta del silenzio, dopo aver percorso un lungo corridoio privo di passi, suoni, voci, odori.

Bianco è neutro come il silenzio.
L’odore bianco del silenzio.

Colore di un silenzio azzurro e grigio
Fra le poltrone e le tendine della carrozza di un treno
Vuota ad un primo sguardo
Silenzio che sa di anime evaporate

La hall vuota di un albergo,
la stanza d’attesa di un ospedale,
un fotogramma immobile alla tv

Una bambina attonita
fra i tavoli vuoti di un miniclub,
immaginati da voci che sono mattonelle colorate alle pareti

Silenzio di una camera da letto
sorpresa di nascosto a dormire

fra le braccia bianche di lenzuola,
tempo del riposo e della compagnia di soli sogni
accarezzati dall’occhio che si insinua dolcemente fra vetri e pareti

Silenzio di porte come grate di un

carcere
museo
Prigione dell’arte
Custodito dal vuoto di un gabbiere a gambe incrociate
Unico residuo vivente, silente in osservazione estatica,Sospesa
Mistica vigilanza permanente

Città deserte
moltitudini abbandonate
Sorprese sole
di spalle
tra le curve geometriche di un edificio
Architettura perfetta di nuovo isolamento

E quando arriva la notte
Torna il tempo del riposo
Arrestare le membra
Allettare la mente.



Annalisa Gariglio